Articoli

Un pericolo per l’impero celeste

/
Ai primi di giugno del 1907 cinque automobili si misero a sferragliare nelle strade polverose di Pechino. Due De Dion Bouton, una Spyker, una Contal e la potente Itala costruita su misura a Torino per il principe romano Scipione Borghese. Don Scipione aveva 35 anni ed era uno scavezzacollo per quei tempi cavaliere, alpinista, viaggiatore, cacciatore.

In via Gorki come a New York

/
Vecchi modelli e ricambi in salotto, ma ora anche l' auto russa pensa in grande... IN VIA GORKI COME A NEW YORK

Un bis per la Pechino – Parigi

/
Puntuale come una eclissi, alle sei di sera del primo giugno scendevo alla stazione di Pechino. Beato Luigi Barzini: ottanta anni fa perfino il treno Milano-Parigi-Mosca-Pechino riusciva ad arrivare in orario. Cominciò così una delle più belle avventure automobilistiche in un' epoca in cui il mezzo a quattro ruote doveva ancora dimostrare tutto per conquistarsi un po' di benevolenza: la Pechino-Parigi con l' Itala di don Scipione Borghese.