Cos’è il Premio Letterario Carlo Marincovich

Il premio giornalistico-letterario “Carlo Marincovich”, nato per ricordare la passione e la competenza con cui per quasi cinquanta anni il noto giornalista ha scritto di mare, di regate e di motori, premia annualmente coloro che attraverso le proprie opere contribuiscono alla diffusione della cultura del mare in Italia.

Suddiviso in tre sezioni dedicate ai libri, saggi, narrativa e junior, ed in due sezioni giornalistiche, cultura del mare e navigazione, la competizione è caratterizzata dai cimeli, i particolarissimi premi costituiti da oggetti donati da navigatori ed atleti, cantieri nautici e yacht club, che sono pezzi della storia del mare e della navigazione.

News dal comitato Premio Carlo Marincovich

Rotta sull' inghilterra per un nuovo primato

/
Incantati da questo vecchio ritornello, il comandante John Lloyd e il suo equipaggio sono rimasti per tutta la giornata di ieri con gli occhi fissi sul cielo di New York. Poco nuvoloso, molto caldo, molto umido, dicevano i bollettini meteo. A prima vista un tempo perfetto per mettere la prua sull' Atlantico in direzione dell' Inghilterra. Ma i computer continuavano a sfornare previsioni non proprio ottimistiche e così la partenza per la grande impresa veniva rinviata di ora in ora.

L'Atlantico con un solo pieno alla conquista del mitico record

/
Ingegnere, stiamo per rimanere senza olio, saremo costretti a fermarci. Una notizia poco allegra per chi si trova in barca in mezzo all' Oceano Atlantico. Non è possibile comandante, ci deve essere ancora olio, ora controlliamo. Sull' Azimut Atlantic Challenger, il potente motoscafo italiano che vuole battere il record della traversata atlantica, e che stamattina arriva a New York dopo un avventuroso viaggio di trsferimento, c' era stato un attimo di panico nella notte tra giovedì e venerdì.

Sono stato navigatore di bobby rautbord

/
Un pennarello in mano: è tutto quello che viene dato ad un navigatore offshore. E con un pennarello in mano mi sono ri­trovato la mattina di domenica 16 luglio, un’ora prima della partenza del Trofeo Na­poli, gara di campionato mondiale. Un pen­narello può servire a molte cose, ma su un bolide offshore serve ad una cosa sola: a disegnare il tracciato della gara sul cruscot­to, segnandovi vicino le rotte di ogni tratta intermedia del percorso e le distanze par­ziali e totali.

Un uomo troppo intelligente: Carlo Marincovich

/
Non so se vi rendete conto di cosa possa significare in quel mondo dare, dalle pagine del più diffuso quotidiano italiano, dell’ubriacone a un campione del mondo ancora in carica. Eppure Carlo rappresentava perfettamente l’opinione pubblica e quello che la gente pensava. E di questa sua straordinaria capacità si faceva arma: di difesa e di attacco.

10° Edizione Premio Carlo Marincovich